INCONTRI

Lo dico con simpatia: viva l’incontro dei tre Re Magi ad Arcore ma il centrodestra può e deve offrire agli italiani un nuovo presepe. I sondaggi continuano a offrire uno scenario inquietante e ad alto rischio. Il partito di D’Alema e Grasso è stato costruito per saldare una maggioranza con i 5 Stelle e il Pd, e la somma di queste tre forze vince. Per batterli e ottenere il 40% dei voti il centrodestra deve dire la verità agli italiani: c’è un Paese da ricostruire, nelle istituzioni, nel suo tessuto produttivo, nella sua ricomposizione solidale.

Il centrodestra deve offrire al Paese la sua visione del futuro, dire ai cittadini come sarà l’Italia tra 10 anni. E’ un’opera lunga, faticosa, per realizzarla serve un ampio e chiaro mandato popolare che convinca a tornare alle urne chi non lo fa più da anni. L’attuale centrodestra deve saper includere forze, risorse, idee che non siano mera ripetizione del passato e saper parlare a chi del centrodestra non ha mai fatto parte o ne è stato deluso.

La questione non riguarda solo Energie PER l’Italia, che continua il lavoro in vista della raccolta delle firme, ma una fetta molto ampia di opinione pubblica che non può essere consegnata alla rassegnazione e all’apatia. Il presepe del centrodestra deve uscire dal vecchio schema, allargarsi, compiere questo miracolo e rinnovarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *