IL RICHIAMO DELL’AMBASCIATORE DI FRANCIA

 
 
LA FRANCIA RICHIAMA L’AMBASCIATORE E IL CAOS IN GENERALE
 
Quello che sta accadendo nel nostro Bel Paese, lascia non poco perplessi.
Un anno 2019 di benessere meraviglioso preannunciato da taluni leader di Governo, mentre da più organismi nazionali e internazionali l’Italia è vista in recessione.
Le varie questioni o meglio contraddizioni sulle cose da fare e non fare e i conti ci danno l’idea di una situazione di stagnazione, vedi TAV e tante altre grandi opere.
Senza poi contare la gestione dei migranti.
Da ultimo il conflitto con la Francia che ha richiamato l’ambasciatore, tanto da sollevare la preoccupazione del Presidente della Repubblica Mattarella.
Proprio su quest’ultimo punto ci fa pensare a una qual certa responsabilità del Presidente, cosa evitabile a nostro avviso, se dopo il 4 marzo 2018 avesse conferito l’incarico di formare il governo a Matteo Salvini, leader della coalizione di centrodestra prima arrivata. Certamente un governo che pur non avendo una maggioranza assoluta in Parlamento, avrebbe raccolto qualche voto favorevole o qualche astensione nel presentarsi alle Camere “nell’interesse del Paese”.
Un governo balneare per il tempo di varare una nuova legge elettorale.
Cosa ne pensate Voi?
 Celeste Balcon  segreteria Patto Belluno Dolomiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *