LA CONTRADDIZIONE

Fra i provvedimenti nella manovra finanziaria trova spazio la rottamazione delle auto a gasolio e benzina euro 1,2,3 con vari bonus per chi acquista auto elettriche o ibride.

Contestualmente vengono ulteriormente tassate le auto tradizionali.

Purtroppo il ceto medio/basso è penalizzato, basti pensare quanto costa una piccola vettura elettrica.

Certamente bisogna prendere atto che trattasi di provvedimenti atti a salvaguardare l’ambiente evitando l’emissione di gas e polveri sottili nocivi alla salute.

Ora nasce il dilemma del TAV che viene criminalizzato perchè se realizzato comporterebbe la perdita di accise e pedaggi.

A questo punto mi chiedo allora perchè i bonus per le auto non inquinanti? Non è una palese contraddizione? O che forse pagando il pedaggio e le accise l’aria si purifica?

Celeste Balcon – Patto Belluno Dolomiti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *