Marmellata razionata e spopolamento

Marmellata razionata e spopolamento

Leggendo le pagine de IL GAZZETINO di oggi rilevo due articoli, rispettivamente a firma Trentin e Zambenedetti, che hanno un certo nesso che li accomuna.

Bando migranti, latte e marmellata ora sono razionati. Si tratta di un bando di oltre nove milioni di Euro per due anni, pari a circa 18miliardi delle vecchie lire.

Sulla facciata opposta partite IVA Belluno fanalino di coda “spopolamento redditi e burocrazia le vere cause”.

Sono anni che si osserva che la nostra Città è diventata un dormitorio, ma in particolare i nostri bei paesi hanno perso la vitalità di una volta.

Salvo qualche sporadico caso non ci sono più quei negozietti o bar che fungevano da offerta di servizi ma anche da centro di aggregazione sociale, immaginiamo a quelle persone anziane o menomate che non possono muoversi non hanno né la possibilità di acquistare il fabbisogno giornaliero e peggio ancora di non poter scambiare quattro chiacchiere.

Deficienza di partite IVA? Ciò sta a significare perdita di posti di lavoro con la logica conseguenza che la gente deve trasferirsi quindi ulteriore perdita di partite IVA.

Sono da ammirare i piccoli imprenditori che cercano di tenere duro, ma alla fine devono arrendersi perchè sono ricordati quando è ora di pagare tasse e contributi e con la burocrazia che fa da padrona. Per loro continuare l’attività si tratta come di pedalare con una bicicletta senza catena.

Forse si pensa che i business della gestione dei migranti sarà l’attività del futuro?

Celeste Balcon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *