IL DIALETTO CASERTANO

Stupisce la “telenovela” del processo che non va avanti in mancanza di un interprete del dialetto Casertano.

Con tutto il massimo rispetto per la persona, cui deve procedersi, e della sua bella Terra d’origine dove trovasi uno dei capolavori dell’architettura mondiale, mi chiedo come fa a vivere un individuo a Belluno se non è in grado di farsi comprendere né di capire.

Forse non sa l’Italiano? O forse vive isolato dal mondo? Come si comporta coi colleghi di lavoro e con tutto ciò che gli gira attorno? Qualcosa non funziona.

 

A Belluno è sufficiente spostarsi da un Paese o da una vallata all’altro che i dialetti hanno sfumature diverse. Nonostante ciò si riesce a dialogare senza contare che più o meno corretta la madre lingua è ormai patrimonio di tutti e che non ci sia più l’analfabetismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *