PREMIO SAN MARTINO -BELLUNO

LA FESTA PATRONALE

Domani 11 novembre, festa del patrono della città di Belluno e compatrono della diocesi di Belluno-Feltre, sarà il tradizionale giorno della ricorrenza più cara ai bellunesi. Si comincerà alle 9.40 nella Basilica Cattedrale con la recita delle Lodi per la Liturgia delle Ore. Nella medesima sede alle 10 si terrà la solenne celebrazione presieduta dal vescovo monsignor Renato Marangoni alla presenza delle autorità, delle rappresentanze di associazioni ed enti e della cittadinanza. Al termine del rito religioso ci si sposterà al Teatro Comunale dove, ad iniziare dalle 11.30, si svolgerà la cerimonia per la consegna del premio San Martino 2019 a Umberto Fiabane. L’evento prevede gli interventi del presidente del Consiglio comunale Francesco Rasera Berna e del sindaco Jacopo Massaro che consegnerà al premiato la pergamena con la motivazione e una medaglia. La cerimonia sarà accompagnata dai canti del Coro Minimo Bellunese diretto da Gianluca Nicolai

IL PENSIERO DEL NOSTRO PRESIDENTE AVV.LUCA DALLE MULE

Lunedì 11 novembre giorno di festa del nostro patrono sarà consegnato il premio San Martino al Sig. Umberto Fiabane : quello sarà un momento in cui tutta la cittadinanza, non sol per quella che sarà presente al Teatro comunale per alzarsi, almeno idealmente in piedi o, per osservare, magari per un attimo, il dovuto silenzio per rendere omaggio e stringersi affettuosamente attorno ad un suo grande cittadino: un sincero, quanto fin troppo discreto benefattore, un vero grande Uomo.

Fiabane , con i suoi concreti ,ripetuti quanto disinteressati gesti, ci dà ancora una volta un grande esempio di amore verso gli altri , di grandissimo altruismo, come quel romano ,che taglia il suo mantello e lo dà al povero e bisognoso, rinnovando così un gesto di amore e sincera pietà cristiana.

I buoni esempi restano tali sia se compiuti allora che oggi e devono essere apprezzati proprio e solo per questo .

In più si deve rimarcare il fatto che Fiabane è un uomo che si è fatto da sé, ha lavorato sodo, indefessamente, ha dato lavoro a molti, è uno di quegli industriali che ha sì, grazie al suo intuito e capacità, accumulato una ricchezza, meritata, sudata, ma ha deciso di non tenersela tutta per sé, ma di ridistribuire alla collettività, in più e ben oltre quelli che sono i suoi obblighi verso lo Stato.

È insomma quel tipico industriale, discreto, schivo, lontano dalle luci della ribalta che non fa carità pelosa ,ma sincera.

Al punto che forse pochi sanno quanto ha fatto o vorrebbe fare se solo gli enti fossero in grado di star dietro alle sue intelligenti proposte.

È in altre parole quell’industriale, come se ne vedono nel nord Europa, lì più che da noi ci sono esempi simili, che si fa rispettare per ciò che ha fatto e che resta anonimo tra la gente .

Ora dopo l’onorificenza che sarà consegnata forse meno di prima.

Buon San Martino Sig. Fiabane, da tutto il Patto per Belluno rappresentato anche dal suo consigliere comunale che si è unito agli nella designazione

Il presidente.

Avv. Luca Dalle Mule

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *